GP 13&14 Nel segno del Diavolo!

Campionato F1Italianseries 2017/18 concluso domenica 20 maggio sul Miniautodromo “Le Fontanelle” di Montefiascone (VT).
Incerto fino all’ultimo minuto dell’ultimo GP con una battaglia entusiasmante tra il veterano Giorgio (AGS El Charro) e il giovanissimo Riccardo Urbani (Williams Martini).
Ormai tutti sapete chi ha vinto, Giorgio più di vincere entrambi i GP non poteva fare ma Urbani non ha mollato nulla andandosi a prendere addirittura la Pole in GP 13 e chiudendo secondo in entrambi i GP, eccezionale la guida, eccezionale la preparazione del mezzo ma quello che gli ha permesso di vincere è stata la testa, guidare un’auto r/c con la testa non è cosa da tutti, il giro veloce è relativamente facile, ma riuscire a ragionare andando forte con 15 auto in pista non è assolutamente facile. Bravissimo Riccardo, in pista, nei Box, nei rapporti con i Piloti.
I complimenti però vanno anche ai genitori, l’educazione e il garbo di un ragazzo del 2000 sono qualità che solo la famiglia riesce a trasmettere, per quel che vale, un pezzetto di questo Titolo lo devi anche a loro 😉

Ora vi starete chiedendo il perché di quel titolo….Controllate la classifica e il totale punti con gli scarti, io leggo Riccardo Urbani 666 !!!! E’ solo un caso? Da oggi nel Circus sarai per tutti THE DEVIL, caro Riccardo 😉
A parte gli scherzi, ancora complimenti, hai costruito la vittoria giorno per giorno, GP dopo GP con grande umiltà ma senza mai avere il dubbio su chi fosse il migliore, personalmente sono rimasto stupito della tua calma e tranquillità nei Box già dal sabato per gli ultimi GP. Un esempio per tutti. Bravo, Bravo, Bravo!
Dei GP vi pubblico soltanto i podi: GP 13

1 Giorgio 2 Urbani 3 Di Gaetano
GP 14

1 Giorgio 2 Urbani 3 Matteo Cuomo

Alla fine di un Campionato si tirano sempre le somme, si cerca di capire cosa si può migliorare, cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato e si inizia a lavorare per il successivo.
Personalmente sono soddisfatto, forse alcuni Piloti non hanno capito lo spirito con cui affrontiamo questo gioco e sono troppo distratti dal fattore prestazioni….è un po’ come trovarsi a letto con una bella donna, se pensi troppo alle prestazioni…alla fine fai una figuraccia 😉
Poi invece ci sono stati Piloti che consapevoli di non essere dei Top driver hanno avuto la capacità di portare nel Circus le loro idee, i loro modi garbati, la loro esperienza e in brevissimo sono diventati punti di riferimento per tutti.
Si sono finalmente palesati quelli che sono sempre attratti dalle “sirene” dei “mercanti rc”, ed eviteremo accuratamente di invitarli in futuro, già perché quello dei “mercanti rc” è probabilmente il peggior cancro di questo gioco, purtroppo son sempre gli stessi e ormai si riconoscono da lontano soprattutto per chi come il sottoscritto frequenta questo ambiente da oltre 30 anni. Sempre pronti a criticare, sempre pronti a boicottare chi esce dal coro senza rendersi conto che ormai sono anacronistici nel loro modo di proporsi e nel loro modo di intendere questo gioco.
Noi non guardiamo mai gli altri, andiamo avanti per la nostra strada, personalmente non pubblico post  Facebook su pagine o gruppi di altri, non cerco “seguaci” in altri ambiti, semplicemente se non condivido un regolamento, un prodotto, o una gara non partecipo.

Qualcuno ci ha chiesto il perché di queste T-shirt, ve lo spiego subito, visto l’impegno di molti nel tentare di boicottare il nostro campionato, abbiamo pensato di dargli una mano 🙂
Chat create per cercare di convincere i Piloti a non correre più con noi, piste off-limits per F1ITA e le continue insinuazioni su i vantaggi commerciali che deriverebbero dalla scelta dei materiali…. commoventi nella loro pochezza.
Tutto ciò che scegliamo lo facciamo esclusivamente nell’interesse dei Piloti e con la garanzia di avere materiali uguali per tutti, invito Giorgio Favaretto (Fenix Racing), MiKi Model (P-One), Nicola Sbrana (Nicola670 Paint) a dire pubblicamente se abbiamo mai chiesto materiale per noi o per l’organizzazione in cambio della scelta dei loro prodotti, li invito a dire pubblicamente quali sono state le condizioni che abbiamo posto per avere la fornitura dei loro prodotti e se in qualche occasione abbiamo usato i nostri numeri per condizionare le scelte.

E a proposito di numeri ci tengo a precisare che siamo, con quello appena concluso, all’ottavo anno di F1ITA ed abbiamo avuto una media iscritti GP di 24 piloti con 34 iscritti al campionato su 14 gare, abbiamo una fan Page Facebook con circa 7500 fan, a memoria non ricordo un Campionato che possa vantare questi numeri e questa longevità.

Adesso molti si aspettano che F1ITA chiuda qui, e invece nonostante tutto noi andiamo avanti, sempre più convinti delle nostre idee, senza chiedere niente a nessuno con il solo intento di giocare, divertirci e far divertire i Piloti, ci hanno criticato per le gomme in lattice e oggi le usano tutti, per i motori 21.5 e oggi li usano tutti, per i minuti di gara e oggi moltissimi hanno aumentato i minuti, per i pitstop (” sono ridicoli” dicevano….) e oggi in molti gruppi li hanno introdotti….. manca soltanto che introducano un po’ di realismo (speriamo)…… #SaveF1Rc 🙂 🙂
Siamo felici di essere stati dei precursori su tanti aspetti e non ci dispiace essere copiati, anzi, ci fa soltanto sorridere quando a farlo sono quelli che ridevano di noi 😉
A breve apriremo le iscrizioni per il prossimo Campionato, il Vincitore ha diritto di scegliere il Team, poi pubblicheremo l’elenco team 2018/2019 e a settembre torneremo in pista con GP 1&2 e una seconda categoria che vi promettiamo essere all’altezza delle F1.
Per adesso un sentito grazie a tutti i Piloti, a chi ha condiviso con me tutte le “rogne” e le gioie dell’organizzazione e complimenti ai Vincitori Urbani (F1), Taramelli ( Gentlemen Cup), Bellumori (Best Body) Team AGS El Charro (Costruttori)

f1italianseries_drivers_laquila_miniautodromo_Arcobaleno.jpg
A presto in pista!
Paolo Paradisi